Ritorno alla (a)normalità